CORTI SELEZIONATI

SHORT FilmS

Il cinema è un’arte che da sempre ha il potere di raccontare storie straordinarie, ma è attraverso le lenti delle donne che vediamo alcuni dei racconti più profondi e ispiratori. Questo omaggio è dedicato a tutte le donne che hanno plasmato, innovato e trasformato il mondo del cinema. In questo omaggio alle donne nel cinema, celebriamo il loro coraggio, la loro creatività e il loro contributo inestimabile alla settima arte. Grazie a loro, il cinema continua a essere uno specchio potente e variegato della nostra società, capace di ispirare e commuovere il pubblico di tutto il mondo.

ASSUNTA

Un film di Luana Rondinelli | Italia 2023 | 9 min.

Assunta è una prostituta che, una volta sottratto il figlioletto Mattia alla furia efferata di un padre violento, sceglie di darlo in affido per consentirgli di avere quel che lei, momentaneamente, non gli può dare. Attraverso il punto di vista della protagonista indagheremo il delicatissimo legame tra mamma/figlio/famiglia affidataria, senza mai perdere di vista le priorità emotive del bambino.

Luana Rondinelli,

Attrice, drammaturga e regista originaria di Roma e cresciuta a Marsala, si è diplomata alla scuola di teatro locale diretta da Michele Perriera e ha proseguito la sua formazione presso Ribalte a Roma, guidata da Enzo Garinei. Fondatrice della compagnia Accura Teatro nel 2011, si è distinta nel teatro italiano per le sue opere focalizzate su questioni sociali, in particolare la violenza sulle donne. Il suo spettacolo “TADDRARITE” ha ottenuto riconoscimenti significativi, tra cui premi al Roma Fringe Festival e partecipazioni a festival internazionali come il San Diego International Fringe Festival. Ha ricevuto premi anche per altre opere come “GIACOMINAZZA” e “A TESTA SUTTA”. Rondinelli ha partecipato come giurata al Premio Mario Fratti di New York e nel 2018 ha vinto il Premio Anima Mundi per “PENELOPE – L’ODISSEA È FIMMINA”. Inoltre, ha diretto produzioni per il Teatro Stabile di Catania, includendo una rivisitazione de “La Lupa” di Verga.

CAST ARTISTICO
REGIA: LUANA RONDINELLI SCENEGGIATURA: LUANA RONDINELLI, FRANCESCO TERESI FOTOGRAFIA: DANIELE SAVI MONTAGGIO: GIULIANA SARLI MUSICHE: GREGORIO CAIMI CAST: DONATELLA FINOCCHIARO, BRUNO DI CHIARA, ANTONIO PANDOLFO, MATTIA LIBECCIO

Luana Rondinelli | Italia

SU, SU E VIA

Un film di Kai Yin Canice Tam | Hong Kong 2023 | 14 min.

“Per essere una stella, devi risplendere della tua luce, seguire il tuo percorso e non devi temere l’oscurità, perché è allora che le stelle brillano più luminose.”

TszChun è un ragazzo timido e introverso che passa gran parte del suo tempo da solo. Nella sua vita affronta molti momenti difficili e ostacoli, senza nessuno con cui condividere le sue esperienze, se non il suo inseparabile astronauta giocattolo. La sua quotidianità cambia quando, un giorno a scuola, viene organizzato uno spettacolo teatrale sull’esplorazione dello spazio. Tra fantasia e realtà, TszChun intraprende un viaggio avventuroso e straordinario che lo porterà a scoprire il coraggio nascosto dentro di sé. In un intreccio di sogno e realtà, il giovane protagonista si ritrova a navigare tra le stelle, imparando a risplendere della propria luce e a trovare la sua strada anche nelle tenebre più profonde. Un viaggio emozionante che parla di crescita, scoperta e della magia che si cela dentro di noi.

PROIEZIONI & PREM

  • Il 10° edizione a sostegno alla produzione di microfilm (musica)
    Hong Kong  | 3 febbraio 2023
    “Premio per la migliore produzione di microfilm” | “Premio per la miglior fotografia”

    Festival internazionale del cinema americano Golden Picture (aprile 2024)
    Jacksonville, Florida stati Uniti | 3 maggio 2024
    Miglior cortometraggio di narrativa; Miglior attore bambino (menzione d’onore)

Kai Yin Canice Tam | Hong Kong

LE PRIGIONIE

Un film di di Silvia Jiménez | Mexico  2023 | 6 min.

Il mondo è un luogo vuoto e freddo, devastato. Non c’è più tempo, non c’è più spazio. Forse, al di là della violenza, non esiste nulla. Quando non c’è un solo sentiero verso la sicurezza, l’unico rifugio è una foresta. E l’unica salvezza possibile è attraverso un incantesimo. “LE PRIGIONIE” ci immerge in una realtà oscura e surreale, dove il protagonista deve affrontare un viaggio per trovare una via di fuga dall’oppressione e dalla desolazione. In una foresta misteriosa e magica, scoprirà che la speranza e la salvezza risiedono in un’antica e potente magia. Questo cortometraggio di Silvia Jiménez ci trascina in un’avventura avvincente e carica di tensione, dove il confine tra realtà e incanto si dissolve, e la sopravvivenza dipende dalla forza dell’anima e dalla potenza dei rituali dimenticati.

Silvia Jimènez

Laureata all’Università Complutense di Madrid (UCM), ha conseguito un Master in Sceneggiatura presso l’Universidad Carlos III di Madrid, Spagna. Il suo lavoro in televisione l’ha avvicinata alla non-fiction, partecipando al Workshop di Documentaristica della Escuela Internacional de Cine y Televisión (EICTV) a Cuba. Residente in Messico, scrive opere che mettono in discussione il racconto storico ufficiale. “Los hermosos vencidos” (Beautiful Losers), lungometraggio co-scritto con Guillermo Magariños, regista del film, è stato presentato nel 2021 al Festival del Cinema di Málaga, ottenendo una Menzione d’Onore al Guanajuato International Film Festival (GIFF). Il suo primo cortometraggio come regista, “Los cautiverios” (The Captivities), è stato prodotto con il supporto dell’Istituto Messicano di Cinematografia (IMCINE).

CAST ARTISTICO
REGIA: SILVIA JIMÉNEZ SCENEGGIATURA: SILVIA JIMÉNEZ  FOTOGRAFIA: JOSUÉ  EBER MORALES MONTAGGIO: GULLERMO MAGARINOS, EDUARDO PALENGUE  CAST: CLAUDIA SANTIAGO,  JOSÉ ESTRADA,  TANIA LOPEZ

Silvia Jiménez | Mexico

L’ ACQUA DI SAN GIOVANNI

Un film di Anna Claudia Bassani | Italia 2023 | 14 min.

Nella pittoresca campagna toscana, un misterioso villaggio è il palcoscenico di antiche tradizioni e magia. Lidia, una giovane con un segreto insolito, inizia ogni giornata con sassi nelle tasche. Il racconto si dipana durante il solstizio d’estate, quando la comunità si prepara per il rituale di San Giovanni: la madre di Lidia crea l’acqua miracolosa, mentre i villaggi accatastano legna per il falò purificatore. Nonostante i tentativi ripetuti, il rituale non cambia il destino di Lidia. È solo l’intervento di Elio, con la creazione di uno strumento speciale, che potrebbe cambiare tutto.

Anna Claudia Bassani

Anna Claudia Bassani, nata il 12 giugno 1995, ha trascorso la sua infanzia nel vivace contesto artistico di Lucca, influenzata profondamente dai genitori proprietari di un rinomato negozio di dischi in Toscana. Si è laureata in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione a Pisa, dove ha esordito come regista con il cortometraggio “Albertina”, un commovente montaggio di filmati di famiglia che esplora l’impatto dell’Alzheimer. Successivamente, trasferitasi a Milano, ha proseguito gli studi all’Università IULM, dedicandosi alla ricerca sul cinema di Alice Rohrwacher e al realismo magico. Ha collaborato con il regista Giuseppe Carrieri per il cortometraggio “Mezzanotte”, presentato al Giffoni Film Festival 2019, e successivamente come operatrice di ripresa per il documentario “Tessere”, trasmesso su Sky Arte. Nel 2021, il suo cortometraggio “Containers” ha vinto il video-contest “Storie di cose” durante la Milan Design Week, confermando il suo talento e la sua capacità di raccontare storie attraverso il medium cinematografico. Anna Claudia Bassani continua a distinguersi come regista e filmmaker indipendente, esplorando temi universali e affrontando l’esperienza umana con profondità e sensibilità attraverso le sue opere.

CAST ARTISTICO
REGIA: ANNA CLAUDIA BASSANI SCENEGGIATURA: ANNA CLAUDIA BASSANI E TOMMASO OLIVIERI FOTOGRAFIA: FILIPPO MARZATICO  MONTAGGIO: ANNA CLAUDIA BASSANI  MUSICHE: FABIO ANGELI CAST: ROSA ZODDA , FEDERICO BARBAGELATA,  CRISTINA  GARDUMI,  ROLANDO ABBARCHI

Anna Claudia Bassani | Italia

SVANITO DAVANTI AI TUOI OCCHI

Un film di  Cara Yeates |  Canada 2023 |  12 min.

Gone Before Your Eyes segue la storia di Angela, un’artista affetta da Alzheimer, mentre cerca di dipingere. Intrappolata in un loop surreale, Angela lotta per fare ciò che una volta le era naturale.

“Gone Before Your Eyes” ha avuto la sua première al Woodstock Film Festival lo scorso autunno; tra i momenti salienti del suo percorso nei festival spiccano le proiezioni al Mill Valley Film Festival e al Sedona International Film Festival. Il cortometraggio ha vinto il premio come Miglior Cortometraggio Narrativo al Buffalo International Film Festival e il Premio del Pubblico al Bowery Film Festival.

Cara Yates

Cara Yeates è una regista canadese-americana che vive nello Stato di New York, dove gestisce la boutique di produzione Trigger Creative. Ha vinto il premio come Miglior Regista di un Cortometraggio Narrativo al Queensworld Film Festival per “Gone Before Your Eyes”. Cara ha iniziato la sua carriera nel teatro, creando e portando in tour spettacoli di una sola donna premiati in tutta l’America del Nord. Il suo primo documentario breve, “Taking New Steps,” è stato proiettato sulla piattaforma Breaker.

CAST ARTISTICO
REGIA & SCENEGGIATUEA: CARA YATES  PRODOTTA DA : CARA YATES  E SERGIO MAZA  FOTOGRAFIA: ANDRES KARU  PRODUZIONE:    

Cara Yates | Canada

INTERIORITÀ

Un film di Valentina Kamenova  | USA 2023 | 14 min.

Una giovane ragazza lotta per affrontare il suo karma nel mezzo di una crisi d’identità. Alla ricerca di se stessa, trova conforto sulla spiaggia, ma il suo passato continua a confrontarsi con lei mentre cerca di trovare il suo bambino interiore. Questo la porta ad affrontare il suo Karma.

Valentina Kamenova

è un’attrice e regista originaria di Los Angeles, trasferitasi in Italia due anni fa per perseguire la sua carriera nel mondo cinematografico. Fin dall’inizio della sua carriera come attrice e compositrice, Valentina ha manifestato un interesse crescente per la sceneggiatura e la regia. Durante una passeggiata per Via Nazionale a Roma, ha scritto il film “INNER” in un solo giorno, poi lavorando per perfezionarlo e portarlo sullo schermo.

Oltre al suo lavoro di regista, Valentina ha recitato in produzioni come Rai Fiction con Pierfrancesco Favino nel ruolo principale di “Generale Della Rovere”. Cresciuta in un ambiente artistico, ha sempre coltivato la passione per l’arte, che la ha portata a intraprendere il corso della sua vita.

Il suo trasferimento in Italia ha segnato un punto di svolta nella sua carriera, permettendole di esplorare nuove sfide e di scoprire una passione per la regia. Con il film “INNER”, Valentina si concentra sul genere psicologico, esplorando i lati psicologici, inconsci e irrazionali dell’essere umano. Il suo lavoro riflette il coraggio di prendere rischi e di spingersi oltre i confini creativi, portandola a nuove altezze nel mondo del cinema.

CAST ARTISTICO
 REGIA & MONTAGGIO  VALENTINA KAMENOVA MUSICA VALENTINA KAMENOVA FOTOGRAFIA: DAVIDE NATALE  CAST:  VALENTINA KAMENOVA,  RICCARDO FREZZA,  NICOLA TOMBACCO,  FRANCESCO MURATORI, FELISIA ROMEO,  ANTONELLA FORMISANO,  SOFIA PENNACCHIO

Valentina Kamenova | USA

PESCARE

Un film di Siying Li | Cina 2023 | 14 min.

Su un’isola isolata, il giovane Hong Li, tormentato dalla perdita della madre, sviluppa una relazione di dipendenza con la sua fidanzata materna, una pittrice poco apprezzata. Un giorno, lei decide di andarsene. Terrorizzato dall’idea di essere abbandonato ancora una volta, Li minaccia di togliersi la vita affinché lei rimanga, e scopre un misterioso dipinto di pesci lasciato da sua madre…

Siying Li

Siying Li, di Chengdu, Cina, si è laureata in Cinema alla Tisch School of the Arts della New York University. Inizialmente aspirante ballerina, si è trasferita negli Stati Uniti, dove ha scoperto il potere del cinema per esprimere il suo sentirsi “persa nella traduzione” come straniera. Il conflitto culturale tra il mondo occidentale e la sua eredità l’ha portata a esplorare questi temi nei suoi lavori. Il suo film d’esordio, “Dr. Wang,” interpretato da suo padre e girato nella sua città natale, esplora il conflitto tra la medicina occidentale e quella cinese tradizionale. Selezionato per il Me & My City Festival in Cina, il film è stato proiettato in numerose biblioteche e le ha valso il titolo di “Migliore Artista Senior” al Middle Tennessee Regional Student Art Exhibition negli Stati Uniti. Siying vede la narrazione come un percorso di guarigione. Unisce la sua esperienza nella danza ai suoi film, creando mondi complessi e guidati dai personaggi. Attualmente sta conseguendo un Master in Global Art Practice alla Tokyo University of the Arts, esplorando nuovi mezzi per la narrazione.

CAST ARTISTICO
REGIA: SIYNG  LI SCENEGGIATURA: SIYNG LI FOTOGRAFIA: TAO KIO QIU MONTAGGIO: SIYNG LI MUSICHE: MARTIN LIU CAST: HONGWEI WU,  YENAN DONG, LINJINGY PAN, XUZHEN ZHOU, YIMING FENG

Siying Li | Cina